Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ITALIAN DESIGN DAY 2019 - Shanghai

Data:

08/03/2019


ITALIAN DESIGN DAY 2019 - Shanghai

Il Design e la città del futuro. Qualità e nuove sfide di vita

8 marzo, 10.30 - Shanghai Exhibition Center

 GATE 7 VIP Desk ore 10.00 registrazione e ritiro ticket per fiera Design Shanghai 

(Vedi video ufficiale Italian Design Day 2019)

(Vedi link catalogo Italian Design Day 2019)

 

L’Ambasciatore del design italiano designato per Shanghai è Aldo Cibic che parlerà sul tema: About Cities: Maybe more human than smart. Alla discussione, moderata da Roberto Pagani, Addetto Scientifico presso il Consolato Generale d’Italia a Shanghai, partecipano Wei Shaonong (Dean, School of Design, East China Normal University) e Zhao Huasen (Associate Professor, College of Design and Innovation, Tongji University). L’incontro, aperto dal Console Generale d’Italia a Shanghai, Michele Cecchi, si svolgerà, nell’ambito di Design Shanghai 2019, presso lo Shanghai Exhibition Center. (Lingua: inglese & cinese)

L’Italian Design Day (IDD), promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione quest’anno con ADI (Associazione per il Design Industriale), è un evento internazionale di portata mondiale: negli stessi giorni in oltre 100 città nel mondo 100 “ambasciatori del design italiano”, tra cui architetti, imprenditori, giornalisti, docenti e soprattutto, naturalmente, designer, propongono una visione italiana della costruzione del futuro.

Questa terza edizione 2019, dedicata al tema Il design e la città del futuro, ha l'obiettivo di indagare come il design possa lavorare su un prodotto complesso come la città contemporanea e trovare soluzioni innovative e sostenibili, tenendo conto delle molteplici implicazioni che una simile progettazione comporta. Il discorso sulla smart city include ingegneria e infrastrutture, servizi, mobilità, heritage e arte, e si avvale anche del cosiddetto design generativo, cioè di un tipo di progettazione che utilizza algoritmi e intelligenza artificiale per processare parametri matematici e geometrici complessi al fine di ottenere un modello digitale delle soluzioni ricercate. Concentrando l’attenzione su questo tema l’Italian Design Day 2019 mira a fornire degli strumenti critici per ripensare alle abitudini e agli stili di vita e guardare al futuro con nuova consapevolezza e sensibilità.

 

Aldo Cibic - Ambasciatore del design italiano a Shanghai 2019

Aldo Cibic è nato a Schio, in provincia Vicenza nel 1955, e ha sviluppato rapidamente un interesse autodiretto nel mondo del design. Nel 1981, in qualità di socio in Sottsass Associati, è stato membro fondatore di Memphis, un collettivo di artisti che segnerà una transizione epocale nell’universo del design e dell’architettura. Per vocazione e inclinazione un innovatore, uno che non ha mai favorito etichette generiche né eccessi stilistici, Cibic ha adottato la “sperimentazione come prassi”. Alla fine degli anni ’80 fonda lo Studio Cibic e lancia “Standard” (1991), la sua prima collezione autoprodotta. Allo stesso tempo è diventato insegnante alla Domus Academy e ha avviato attività di ricerca con varie scuole, sviluppando al contempo le sue idee sul “design dei servizi”. I suoi progetti, come “The Solid Side” (1995) e “New Stories New Design” (2002), hanno favorito una relazione dinamica tra le persone e lo spazio e hanno offerto una nuova modalità di progettazione di luoghi basati sulle interazioni sociali. Ha continuato su questa linea negli anni successivi con “Microrealities” (2004) e “Rethinking Happiness” (2010). Entrambi sono stati presentati alla Biennale di Architettura di Venezia, e entrambi inventano narrazioni contemporanee volte a moltiplicare le opportunità di incontri, scambi e condivisione nella vita della comunità. Nel 1989 ha fondato Cibic & Partners e, nel 2010, il Cibicworkshop, non solo uno studio di design ma anche un centro di ricerca multidisciplinare, ha iniziato a concentrarsi maggiormente su tipi di progetti sostenibili alternativi volti a valorizzare intere aree locali e definire nuove culture, consapevolezza emotiva e ambientale dello spazio pubblico. Aldo Cibic insegna al Politecnico di Milano, allo IUAV di Venezia e alla Domus Academy; è professore onorario all’Università Tongji di Shanghai.

 

  

Informazioni

Data: Ven 8 Mar 2019

Orario: Alle 10:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura - Shanghai (意大利驻沪总领事馆文化处)

In collaborazione con : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (意大利外交与国际合作部), Ministero per i Beni e le Attività Culturali (意大利文化遗产与活动部), Associazione per il Disegno Industriale (意大利工业设计协会), Design Shanghai (设计上海), Italian Trade Agency (意大利对外贸易委员会)

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Shanghai Exhibition Center, N.1333 West Nanjing Road, Shanghai

669