Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Traduzioni in cinese di libri italiani. Libri che hanno ottenuto un contributo alla traduzione dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

Traduzioni in cinese di libri italiani. Libri che hanno ottenuto un contributo alla traduzione dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Ogni anno il MAECI sostiene la pubblicazione di traduzioni di libri italiani nelle varie lingue. Negli ultimi anni diverse opere hanno ottenuto un contributo per la pubblicazione della traduzione in cinese tramite IIC Shanghai.

*** Anno 2018 ***

Superstudio Opere 1966-1978

  • a cura di Gabriele Mastrigli
  • Titolo in cinese: 超级工作室1966——1978:没有建筑的传奇建筑团体
  • Tradotto da: Ni Anyu, Xu Mingsong, Chen Zhixiu, Wu Jiaqi
  • Pubblicato da: Chongqing Yuanyang Culture & Press Ltd

La pubblicazione della traduzione di questo volume era stata inizialmente prevista in concomitanza della mostra “Superstudio 50”, tenutasi al Maxxi di Roma da aprile a settembre 2016 e alla Power Station of Art a Shanghai da dicembre 2017 a marzo 2018, con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura a Shanghai. Pur rimandata a causa della complessità del lavoro, questa traduzione continua a collegarsi alla mostra e potrà grandemente contribuire a prolungarne l’efficacia nel diffondere in Cina la conoscenza di un momento particolarmente felice della cultura progettuale italiana del Novecento.

Nuovo manuale minimo dell'attore

  • di Dario Fo e Franca Rame
  • Titolo in cinese: 给演员的简单手册
  • Tradotto da: Lu Xinyun, Qu Shanshan
  • Pubblicato da: Shanghai Literature & Art Publishing House

La pubblicazione della traduzione cinese dell’opera, realizzata da due grandi figure teatrali italiane, può dare un importante contributo a una maggiore conoscenza del teatro italiano in Cina, soprattutto grazie alla notorietà di Dario Fo, Premio Nobel e drammaturgo molto noto in Cina. Oltre a Morte accidentale di un anarchico, la sua opera più nota in questo Paese, la fama dei due autori è stata recentemente rinverdita dalla presentazione in molti teatri cinesi di Coppia aperta, in una versione appositamente realizzata per il pubblico cinese dalla compagnia di Shanghai Vertebra Theatre per la regia del taiwanese Li Yuyuan, in accordo con l’Agenzia Danesi Tolnay, che cura i diritti dell’opera di Fo e Rame, e con il sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai.

*** Anno 2019 ***

Lacci

  • di Domenico Starnone
  • Titolo in cinese: 鞋带
  • Tradotto da: Chen Ying
  • Pubblicato da: Archipel Press

Sorridente serietà e non vacua leggerezza sono le caratteristiche che hanno reso celebre la prosa di Domenico Starnone, che dimostra nei suoi libri, e questo non fa eccezione, la capacità di ritrarre con verità aspetti sempre diversi della società italiana e di presentarli in maniera tale da trascendere i confini nazionali. Lacci spinge a una riflessione approfondita su molti risvolti della vita di coppia che spesso si tende pericolosamente a ignorare, finché non si trasformano in pericolose trappole. All’eleganza formale e a un egregio controllo della lingua, Starnone affianca una robusta vena etica, e l’unione delle due caratteristiche rende questo libro testimonianza importante di come la letteratura possa essere intrattenimento e crescita, passatempo e apprendimento.

La frantumaglia

  • di Elena Ferrante
  • Titolo in cinese: da definire
  • Tradotto da: Chen Ying
  • In corso di pubblicazione da Shanghai 99 Readers' Culture Co.

Questa raccolta di saggi è ormai diventata un punto di riferimento importante nel panorama della letteratura contemporanea non solo per le chiavi di lettura, pure notevolissime, che offre per l’opera della Ferrante, ma anche e forse soprattutto per la concezione in questi saggi espressa della letteratura in generale, dei suoi compiti, dei suoi mezzi e anche dei suoi limiti. Il valore dell’opera esula perciò dal recinto della letteratura italiana e si pone come un’occasione di confronto in un ambito decisamente internazionale.

Scherzetto

  • di Domenico Starnone
  • Titolo in cinese: 玩笑
  • Tradotto da: Chen Ying
  • In corso di pubblicazione da Archipel Press

Scherzetto di nome, ma non di fatto, si potrebbe chiosare questo lavoro di Starnone, che non punta solo a far ridere o sorridere delle situazioni singolari che si vengono a creare nel ménage quotidiano di nonno e nipote, ma vuole piuttosto concentrare l’attenzione sulla complessità dell’invecchiare in una società che, benché sempre più anziana, sempre più appare dominata da una sorta di giovanilismo forzato, in cui sembra non si possa e non si debba più diventare vecchi. Attraverso il sorriso la conoscenza, è forse il motto dell’autore, che rifugge dal facile sarcasmo fine a se stesso per privilegiare una delicata ironia che spinge a riflettere.

 

Informazioni

Data: Da Gio 30 Apr 2020 a Mar 30 Giu 2020

Ingresso : Libero


739