Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Inaugurazione 100 Years of Italian Fashion and Costume

locandina

Si è svolta lo scorso 14 novembre 2023 l’inaugurazione della mostra “Beauty Changes: 100 Years of Italian Fashion and Costume” presso il Bund 33, a Waitanyuan. La mostra, organizzata da Hantang Culture con il sostegno del dell’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai e del Consolato Generale d’Italia a Shanghai, rimarrà aperta al pubblico fino al 29 febbraio 2024.

Il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, Francesco D’Arelli, ha affermato che “la mostra è un’affascinante e unica vetrina della bellezza italiana che rivela nella più bella villa di Shanghai, sede di Hantang Culture, la storia di cento anni del vivere all’italiana. Uno di stile di vita disegnato dalla moda dell’opera, del teatro, del cinema, degli atelier dei più rinomati stilisti italiani, tutti ispirati dalla continua fonte della bellezza diffusa in Italia e in ogni suo angolo. Art Shanghai, un ambizioso e ricco programma di promozione culturale, è lo scenario in cui si narra un’altra pagina della cultura italiana e dell’inconfondibile vivere all’italiana nel mondo.

 La mostra vuole raccontare l’evoluzione della moda italiana attraverso il percorso che ha portato all’emancipazione femminile, con una narrazione che possa comunicare l’importanza del ruolo della donna, sia come protagonista che come musa ispiratrice, in un’unica dimensione, artistica e artigianale, della creatività italiana.

 

La presentazione delle opere in mostra non segue un ordine cronologico, ma è strutturata in 12 unità tematiche che attraversano l’intero spazio espositivo del Bund 33. Ogni spazio si trasforma in un palcoscenico, consentendo ai visitatori di rivivere i momenti più significativi dell’evoluzione della moda italiana. La mostra si conclude con una sezione video dedicata all’evoluzione delle sfilate, specialmente negli anni Novanta, in quanto parte di un percorso di trasformazione dell’ideale femminile, non solo per le modelle, ma per tutte le donne.

 


La mostra è resa possibile grazie alla messa a disposizione dei patrimoni provenienti dall’archivio della Sartoria Farani, delle Sorelle Fontana, dell’Archivio Giorgini, dell’Istituto Luce Cinecittà, delle Teche RAI, di Fashion Channel tv.